Martedì 25 aprile - Ultimo aggiornamento 15:56
Sei in: Home > Cronaca
CRONACA - NAPOLI
data articolo07 marzo 2017

Abitazione trasformata in #zoo: 30 cani, 8 cincillà, pappagallo e scrofa

Abitazione trasformata in #zoo: 30 cani, 8 cincillà, pappagallo e scrofa

Apposti i sigilli ad un'abitazione privata in pieno centro storico che era stata adibita a ricovero per gli animali. Denunciate 3 persone.

Abitazione trasformata in #zoo: 30 cani, 8 cincillà, pappagallo e scrofa
Gli agenti della Polizia Locale, reparto Ambientale, coadiuvati dal personale dell'Asl della unità operativa di Prevenzione Collettiva e la Veterinaria del Frullone, hanno apposto i sigilli ad un'abitazione privata in pieno centro storico che era stata adibita a ricovero per gli animali.
L'intervento degli agenti è stato sollecitato, a mezzo di una denuncia presentata alle autorità compententi, dagli abitanti di un condominio di cinque piani situato in un edificio adiacente, i quali non riuscivano più a sopportare l'odore nauseabondo ed i rumori, continui, che provenivano dagli appartamenti.
I due appartamenti dove hanno fatto irruzione gli agenti, accompagnati dal personale dell'Asl della unità operativa di Prevenzione Collettiva e la Veterinaria del Frullone, erano abitati da tre persone, un giovane allevatore, la madre e la zia, che convievano, in condizioni igienico sanitarie ai limiti della sopravvivenza, con 30 cani, otto cincillà, un pappagallo cenerino (specie in via di estinzione la cui detenzione è vietata) e una scrofa di razza vietnamita di circa un quintale.
Al termine dell'ispezione l'asl ha emesso un'ordinanza di sgombero degli animali e l'ordine di bonifica per il ripristino delle condizioni igieniche.
Le tre persone sono state denunciate.
commenta

CERCA NEL QUOTIDIANO
  
Notariato
napoli.ogginotizie.it